bottone livetv

bottone ondemand

bottone tg

Il fotografo Sandro Gemignani dona un'opera fotografica al Comune

tx-base-logo-dilucca.html

Il fotografo Sandro Gemignani, una vita passata nel segno della fotografia, ha regalato al Comune di Camaiore una foto che sintetizza la duratura tradizione dei tappeti di segatura. Durante la cerimonia di consegna, alla presenza del sindaco Alessandro del Dotto, del presidente dell'Associazione Tappeti di Segatura Massimiliano Turba e del consigliere delegato Andrea Boccardo, ha ricevuto il ringraziamento scritto dell'amministrazione comunale. 

 

 

 

 

 

di Andrea Boccardo

 

 

 

Un'usanza consumata nel tempo: è quella che si snoda di mattina presto per le strade stanche di Camaiore, laddove i fotografi, svegli fin da prima dell'alba, si aggirano come linci con gli occhi accesi in cerca della preda. Ma quello che cercano, tra la segatura spazzata dal vento e le mattonelle spolverate del centro storico, sono i tappeti di segatura realizzati nella notte dai maestri tappetari, prima che il vescovo porti via ancora una volta l'effimera effigie di un'opera d'arte che rimarrà esclusivamente nelle pellicole fotografiche. 

 

Lo scatto realizzato da Sandro Gemignani contiene una completezza esclusiva che abbraccia insieme il colorismo degli artisti della pula ed un senso di appartenenza orgogliosa, un inno essoterico che ci raccoglie nell'intimità dell'atto di ammirazione della foto e che non ha bisogno di alcuna didascalia per essere spiegato. Si tratta infatti dello stemma del Comune di Camaiore ripreso all'alba, poco dopo che gli ultimi stalli di legno sono stati tolti dai gruppi di lavoro. Fin da ragazzo Sandro è stato affascinato dal mondo della fotografia, esprimendo al meglio la sua passione grazie alla moglie Lara Stagi, con la quale comincia da lontano un percorso fotografico che li porta a seguire con accanimento le più importanti manifestazioni cittadine, dal Palio dei Rioni alle squadre di tiro alla fune, dai Tappeti di Segatura ai Graffiti di Casoli. 

 

" Mi piace raccontare con le mie foto i viaggi, i ritratti " confessa un visibilmente emozionato Gemignani " ma ad interessarmi sono soprattutto gli scorci del nostro territorio, colmo di bellezze paesaggistiche, chiese e panorami di alta qualità figurativa. L'idea di donare l'immagine al Comune di Camaiore è nata perché credo che in un'unica immagine si veda il simbolo del senso civico e della tradizione dei tappeti di segatura, forse una delle più antiche arti tramandate dagli avi fino a noi." 

 

" Ci divertiamo molto " ha confermato la moglie Lara " a perlustrare le persone che si affaccendano nelle manifestazioni realizzate nella nostra città e ad immortalare con le nostre immagini i momenti più salienti. Per noi è una passione che va avanti da diversi anni, ci piace trasformare questi scatti in quadri. Questa è la cosa che ci dà più gioia." 

 

Lo slancio di Sandro lo ha portato a partecipare attivamente a diverse esposizioni in giro per la Versilia, come ad esempio "Fotogrammi Apuani" presso la pro Loco di Seravezza, Riomagno Foto Incontri, la collettiva d'autore presso Villa Murabito a Casoli. Con lo scatto donato al comune ha realizzato qualcosa di speciale, simbolizzando la tradizione che riesce ad unire una città.

 

E il comune lo ha ringraziato in un solenne momento di cerimonia in cui era presente naturalmente il sindaco Alessandro del Dotto, il presidente dell'Associazione Tappeti di Segatura Massimiliano Turba e il consigliere delegato Andrea Boccardo. Sandro ha ricevuto per ringraziamento un attestato fortemente voluto dall'amministrazione comunale, a testimonianza perenne di un'attività svolta da lui e da Lara con dedizione e passione, sempre presente nei momenti importanti delle manifestazioni artistiche e sportive della nostra città. 

 

 

Andrea Boccardo 


telnet 230x230        sice 230x230

Info e note legali

Seguici su...

facebook twitter youtube rss

 

Contattaci

Logo DiTV PNG

Via Tazio Nuvolari, 53
55061 Carraia - Lucca - Italy
Tel 0583 462209
Fax 0583 1929109
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.